Roma insolita

CITTÀ E BORGHI > ROMA

Roma insolita

 

Museo Nazionale Romano: Palazzo Massimo alle Terme, Terme di Diocleziano, Basilica di Santa Maria degli Angeli e chiesa di Santa Maria della Vittoria.

Il Museo Nazionale Romano, nella sede di Palazzo Massimo alle Terme, ex collegio gesuita, ospita una straordinaria collezione di arte antica. Nel corso della visita ammireremo i capolavori originali della statuaria greca e romana: le statue bronzee del Pugile e del cosiddetto Principe ellenistico, l’Ermafrodita dormiente, il Discobolo Lancillotti e la statua di Augusto in veste di Pontefice Massimo, mosaici e una serie di pregevoli sarcofagi. Al piano superiore troveremo una serie di pareti affrescate, distaccate dalla lussuosa villa, probabilmente appartenuta ad Agrippa (genero e amico dell’imperatore Augusto), ritrovata nel corso degli scavi per l’innalzamento degli argini del Tevere. Celeberrima è la Stanza di Livia, moglie di Augusto e madre dell’imperatore Tiberio, decorata da uno splendido affresco distaccato e ivi collocato, che rappresenta un rigoglioso giardino, uno spettacolo veramente inusuale e affascinante. Nel piano sotterraneo, un vero e proprio caveau, un’enorme camera blindata espone la collezione numismatica e la mummia di una bambina con i suoi tesori.

Pausa Pranzo
Dopo la pausa pranzo, entreremo nel perimetro delle più grandi terme di Roma antica: le Terme di Diocleziano. Avevano un’estensione di 14 ettari, nel rinascimento furono trasformate in un monastero certosino con interventi di Michelangelo che creò un grande chiostro, un’oasi di pace circondata da statue e reperti che ci trasportano in un mondo silenzioso, quasi mistico. Visiteremo il museo epigrafico, con iscrizioni che riportano antiche formule magiche, riti esoterici, misteriosi ed arcani dell’antica Roma. In una grande sala, che affaccia sulla Natatio, un interessante video ricostruisce virtualmente le strutture delle terme. Continueremo nella grandiosa Basilica di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri, nel 1564 papa Pio IV decise di utilizzare l’antico Frigidarium delle Terme di Diocleziano per farne un grande tempio cristiano dedicato alla Vergine, agli Angeli e ai Martiri. Il vecchio Michelangelo fu chiamato per i primi interventi, ma nel corso dei secoli intervennero altri architetti tra cui il Vanvitelli, al quale dobbiamo in gran parte, l’attuale allestimento della basilica. All’interno, grandi quadri che ornavano la Basilica di San Pietro in Vaticano (dal XVIII secolo furono trasposti in mosaico, mentre gli originali furono spostati qui), la famosa Meridiana del 1700, la Tomba di Armando Diaz e l’imponente Organo.

Dalla Basilica di S. Maria degli Angeli raggiungeremo la chiesa di Santa Maria della Vittoria, edificata tra il 1608 e il 1620; sull’altare la miracolosa immagine proveniente dalla Boemia che portò i Cattolici alla vittoria sui Protestanti nella Battaglia della Montagna Bianca. Tra il 1644 e il 1652 Gian Lorenzo Bernini scolpì la spettacolare statua della transverberazione di Santa Teresa d’Avila.

Intera giornata

Info

Ti interessa la visita?

Richiedi informazioni per la prenotazione

Contatti